Skip navigation

«Bisogna mangiare più verdura». Nell’arco di una giornata ci sono almeno 4-5 persone che te lo ripetono come se fosse un disco rotto di Luca Sardella: dall’amico che stravede per i finocchi, al dietologo che prescrive solo melanzane; dalla collega di lavoro con un debole per le carote, all’amante che va pazza per le zucchine. Poi cavolfiori, pomodori, scarola, verze, lattughe e chi più ne ha, più ne metta (a dimora). Una preghiera: piantatela. Ma è qui il vero problema: piantare ortaggi sul terrazzo di casa equivale a coltivare datteri in Alaska. Tuttavia i nostri connazionali la passione dell’orto domiciliare ce l’hanno eccome; peccato che le avverse condizioni metropolitane («il logorio della vita moderna» diceva Ernesto Calindri) concorrano a fratturare loro il pollice verde: danni ai quali non può rimediare neppure un Cynar.Secondo la Coldiretti nel Belpaese c’è un 37% dall’anima vegetariana che si dedica al giardinaggio e alla cura di un piccolo terreno dove raccogliere frutta, verdura ed erbe aromatiche; del resto è risaputo che nessuno al mondo sa coltivare il proprio orticello quanto noi italiani… Il motivo di tanto pathos ortofrutticolo? Gli esperti tirano in ballo – anzi, «mettono in campo» – fertili concetti come misura antistress, gratificazione personale e risparmio economico.Eccole due paroline interessanti: «risparmio economico». Si fa presto a dire «bisogna consumare più verdure»; poi, infatti, vai al mercato e ti accorgi che, con i prezzi correnti, non puoi appena permetterti un mazzo di rucola.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=338276

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: