Skip navigation

Tag Archives: del

George Herbert Bush, padre dell’attuale presidente degli Stati Uniti George Walker Bush, è stato a sua volta presidente dal gennaio 1989 al gennaio 1993. È nato a Milton, nel Massachusetts, il 12 giugno 1924: ha dunque oggi 84 anni. Nel 1942, diciottenne, si arruolò in Aviazione e compì 58 missioni di combattimento durante la Seconda guerra mondiale. Abbattuto dall’antiaerea giapponese, fu salvato da un sommergibile Usa e fu decorato. Dopo la laurea alla Yale University ha intrapreso una carriera nel settore del petrolio nel Texas. Seguendo una tradizione di famiglia si dedicò poi alla politica nel partito repubblicano: è stato due volte «congressman» del Texas, poi ambasciatore Usa presso l’Onu, capo dell’Ufficio di collegamento degli Stati Uniti in Cina e direttore della Cia. Nel 1980 cercò la «nomination» per la Casa Bianca, ma fu battuto da Ronald Reagan e accettò di diventare il suo vicepresidente. Lo fu per otto anni, poi nel novembre 1988 sconfisse il democratico Michael Dukakis e divenne il 41° presidente americano. Nel suo quadriennio gestì avvenimenti epocali quali la fine del comunismo in Russia e in Europa Orientale, la riunificazione tedesca e la prima guerra contro l’Irak di Saddam Hussein che aveva invaso il Kuwait. Alle presidenziali del novembre 1992 fu sconfitto dal democratico Bill Clinton e al termine del mandato si ritirò dalla politica.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=295176

Continua a dominare in tutti i talk show il tema Alitalia e, benché ormai gli argomenti siano noti, ci sono ancora punti da chiarire. Per esempio, nello stesso dibattito si sente dire che i piloti del gruppo cosiddetto «di bandiera» guadagnano 8.000 euro, 10.000 euro o anche 12.000 euro al mese. Sarà un particolare senza importanza, ma, con la differenza tra una cifra e l’altra ci campano intere famiglie e dunque i signori politici farebbero meglio a precisare. Anche se, quale che sia la cifra esatta, si continua pure a dire che i nostri piloti guadagnano meno di quelli delle altre compagnie. E noi, egoisticamente, preferiamo che chi ci porta in giro per i cieli sia tranquillo, riposato e ben pagato. Se poi è anche bello ed elegante, può solo farci piacere. E non capiamo perché tanti berluscloni improvvisamente si siano messi a sbeffeggiare hostess e piloti bellocci. Non tutti possono essere brutti naturali come La Russa e, soprattutto, non tutti possono sprecare 60 milioni di euro per una sfilata di moda militare in città che ci costa più di tanti piloti.

Fonte: http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=79239

da IstanbulIeri a Güngören, il quartiere di Istanbul dove sono esplose le due bombe che hanno ucciso 17 persone, da molte finestre pendeva la bandiera nazionale. È un messaggio per il Pkk, il Partito dei lavoratori del Kurdistan. E allo stesso tempo una manifestazione dell’identità del popolo turco, che crede nella nazione fondata da Mustafa Kemal Atatürk e in frasi come «ne mutlu Türküm diyene», felice di essere turco e «Vatan bölünmez», la Patria è indivisibile. Una, anche se certo la più importante, delle anime del popolo turco, che dal 1923, data dell’inizio dell’età repubblicana, è in bilico fra Oriente e Occidente, tra tradizione islamica e lo stato moderno fondato dal Padre della Patria. Perché il problema della nazione turca è quella di contenerne due, forse tre. La prima si richiama alla componente religiosa che storicamente caratterizza il Paese. La seconda, quella di Atatürk, vede quella stessa matrice come una minaccia. Mai trasparente, il rapporto tra le due Turchie si è avviluppato in un groviglio sempre più inestricabile in cui la parte meno visibile è quella rappresentata dal cosiddetto Stato Profondo, in tempi più recenti chiamato Ergenekon. Uno stato nello stato, accusano i partiti di governo, un network sotterraneo nato in ambienti laici e militari con l’obiettivo, da raggiungere con un colpo di stato in preparazione, di inficiare il voto popolare e di recente stroncato con una serie di arresti (tra cui alcuni generali).

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279403