Skip navigation

Tag Archives: per

Dopo un’ora di interrogatorio è stato fermato M.R., 32 anni, che la notte scorsa ha ucciso Aldo Murgia, dopo una lite scoppiata per un parcheggio conteso.

L’omicida, assistito dall’avvocato Lamberto Picconi, si è costituito questa mattina in procura davanti al pm Pierluigi Cipolla, che ha emesso un decreto di fermo per omicidio volontario aggravato dai futili motivi.

I carabinieri erano già sulle sue tracce e nella nottata avevano individuato la sua abitazione intorno alla ex Fiera di Roma.

I carabinieri lo hanno scortato nel carcere di Regina Coeli dove nei prossimi giorni sarà sottoposto ad interrogatorio da parte del gip per la convalida del fermo.L’omicida avrebbe ammesso le sue responsabilità spiegando al pm di non aver avuto alcuna intenzione di uccidere Murgia ma di essersi trovato a mal partito durante la colluttazione in cui stava avendo la peggio.

Fonte:
http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsid=114981

Maurizio Sacconi, ministro del Welfare ed esponente del Pdl, in Trentino il Popolo delle libertà ha perso voti, possibile che il centrodestra sia in crisi proprio nel Nord-Est?«Il risultato in Trentino in parte è giustificato dalle differenza tra il voto politico e quello amministrativo. Ma non c’è dubbio che il risultato elettorale sia anche sintomo di un problema che si manifesta più o meno in tutto il Nord. E che potrebbe accentuarsi nel voto amministrativo ed europeo di primavera».La Lega ha guadagnato consensi, voi no. Cosa è successo?«Il Pdl rimane il movimento politico del premier ed è un po’ come se competesse con l’alleato avendo un braccio legato dietro la schiena».Questo perché è finita la luna di miele tra il governo e gli elettori anche nelle «sue» zone?«No, la sensazione è che ci sia nell’elettorato un’ottima considerazione del presidente del Consiglio e anche dei singoli membri del governo, ma che si debba ricongiungere questa sentimento con il partito che lo stesso Berlusconi ha fondato e al quale appartengono gli esponenti del governo».E allora qual è il problema?«Il Pdl non è portato a sottolineare la sua identità e assume su di sé tutta la responsabilità della coesione della coalizione. D’altra parte quella con la Lega resta una competizione legittima e leale. Sta al Pdl affermare e motivare con l’elettorato la sua identità di movimento politico nazionale.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=305391

(…) è stato siglato al Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto alla presenza del Vice Comandante Generale della Guardia Costiera, l’Ammiraglio Ispettore Pierluigi Piccolo e Giorgio Salomone.L’operazione conferma e rafforza gli ottimi rapporti di collaborazione tra Gruppo Zena e Guardia Costiera, una partnership iniziata nel 2005 e oggi consolidata grazie alla nuova intesa stipulata.«Per Gruppo Zena – ha affermato Giorgio Salomone – poter lavorare per un’importante istituzione come Guardia Costiera è fonte di grande soddisfazione e al nostro pubblico testimonia la qualità dei nostri capi di abbigliamento ideati e realizzati per chi vive il mare quotidianamente e si identifica con i valori ad esso collegati».Nata nel 2004, Gruppo Zena è una realtà cresciuta in maniera esponenziale: l’ultima vittoria è proprio quella di poter utilizzare il marchio della Guardia Costiera. Zena è una giovane e dinamica realtà relativa al mondo dell’abbigliamento sportivo e del mare che conta già di prestigiose collaborazioni con istituzioni quali Marina Militare e Arma dei Carabinieri (Nucleo Subacqueo) e a importanti sponsorizzazioni tra le quali il Giro d’Italia in Vela. Gruppo Zena presenterà un’anticipazione della nuova collezione a marchio Guardia Costiera in occasione del prossimo Salone Nautico di ottobre.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279754